Un trick: concentrazione del latte in polvere per vitelli

Come fornire energia in allattamento? Un modo è aumentare la concentrazione di latte in polvere per vitelli

25 Dicembre 2017
Un trick: concentrazione del latte in polvere per vitelli
Il latte in polvere per vitelli ha una composizione studiata per l’alimentazione di animali in condizioni di allevamento standardizzate. Proteine, grassi, vitamine e minerali sono presenti nelle quantità necessarie a soddisfare parametri nutrizionali ben definiti. Il metodo d’uso è stato omologato da lungo tempo, e salvo casi tecnologicamente all’avanguardia (come ad esempio alcuni tipi di latte in polvere per vitelli Cima, utilizzabili a freddo e a volontà), le regole di preparazione sono semplici e richiedono l’osservanza di poche e semplici istruzioni. Una di queste riguarda la concentrazione di latte in polvere per vitelli all’interno della miscela ottenuta sciogliendo in acqua alle temperature suggerite in etichetta. Essa è stabilita per un uso standard rispetto al periodo di crescita e alle condizioni generali dell’animale, e si aggira tipicamente intorno ai 125 grammi per litro di latte in polvere per vitelli ricostituito. Prodotti più “spinti” avranno una concentrazione lievemente inferiore, altri più “tranquilli” potrebbero richiedere un po’ di grammi in più. C’è però un periodo dell’anno in cui le richieste di sostegno da parte del vitello subiscono un incremento legato a esigenze di vera sopravvivenza: l’inverno. Le stabulazioni moderne sono all’aperto, in condizioni climatiche spesso proibitive. I bovini sono animali naturalmente predisposti per la vita  in condizioni avverse, ma nella fase di allattamento richiedono l’applicazione di un semplice trucco: aumentare la concentrazione di polvere nel latte, offrendo loro una marcia in più per affrontare il freddo.